mercoledì 10 agosto 2016

ascolto consigliato : Taake - Over Bjoergvin Graater Himmerik IV ( https://www.youtube.com/watch?v=aPvpmWSlfA0 )

Scacco al Regno Parte Decima



La sola presenza di quell'essere uscito dal nulla tramutò le Sacre Armi in pezzi di ferro arrugginito, nessuno in quel luogo aveva più la forza di stare in piedi, era come se tutto fosse in procinto di spegnersi, come la fiamma di una candela colpita dal vento.

" Dove stai andando papà? Quella è il demonio!" gridò Jade.

"Non è vero, Lei è Dio e io ne sono follemente innamorato, l'ho cercata per tutta la vita e ora che è qui di fronte a me non posso starLe lontano" rispose Abraham, si avvicinò a Lei;  ad ogni passo il suo corpo si polverizzava poco a poco, morì appena Le sfiorò un piede, tutti notarono che andò via da questo mondo sereno, Le dimostrò che il suo amore andava oltre la Morte eppure Shaitan non si degnò nemmeno di guardarlo, era indifferente, come se avesse schiacciato una formica...

L'indice destro puntava verso il Cielo, quello sinistro vero la Terra, Shaitan stava per distruggere ogni cosa...

Mentre Dawidh giaceva sul pavimento, dalla sua arma uscì una piccola scintilla, apparve da essa un'entità che il Patriarca conosceva benissimo...

"Aurora, mia Spada, mi rincuora sapere che almeno tu potrai salvarti, ti prego scappa da questo luogo immondo" disse Dawidh mentre una lacrima scendeva sul suo viso.

"Io sono la tua Spada e tu sei la mia, combatti insieme a me la NOSTRA sorella" rispose Aurora.

L'entità divenne umana, un'altra divinità era apparsa nel Regno dei Viventi, lo scontro fra Dei era alle porte.

"Questa volta sarai tu la mia Arma, chiudi gli occhi e decidi in cosa vuoi materializzare la tua Anima, questo ci permetterà di combatterLa alla pari" disse Aurora con un atteggiamento sicuro e persino provocante, come se fosse sicura di poter sopraffare sua sorella...

Aurora stringeva tra le mani delle noccoliere createsi dall'essenza spirituale di Dawidh mentre Shaitan si preparava a difendersi con le ombre demoniache che le giravano intorno, la prima iniziò a scaricare pugni all'impazzata che formavano sfere di luce dirette verso Shaitan che con le sue ombre disposte come una ragnatela, annichiliva gli effetti dell'attacco...

Quei pugni aumentavano d'intensità di attimo in attimo, progressivamente la luce della Speranza iniziava ad illuminare il Regno, l'oscurità iniziava a sciogliersi come neve, Aurora era sempre più vicina a Shaitan ed anche la sua voglia di farla a pezzi.

Il nemico era a distanza di un braccio, un gancio sinistro, rabbioso come non mai era pronto a colpire...

Nella frenesia di scaricare tutti quei colpi, Aurora e Dawidh, non si erano resi conto della strategia di Shaitan che aveva abbassato le difese di proposito per aggirarli e successivamente colpirli alle spalle, in questa maniera interruppe l'azione e li colpì a morte con un affondo alla schiena, in direzione del cuore.

L'Unione Divina era svanita, i due erano tornati ad essere entità distinte e la Morte stava per portarli via.

"Ho ancora una goccia di quella schifezza, non mi resta che berla, forse potrà concedermi un altro po' di energia per sconfiggere quel demonio" pensò il Patriarca...

"Non può finire così, eravamo vicinissimi alla vittoria e adesso sono qui, disteso per terra e con un buco nel cuore.. IO MI RIFIUTO DI ACCETTARE TUTTO QUESTO!!!TI PREGO,MIA STELLA DELLA PERSEVERANZA, BRUCIA!!!" gridò disperato Dawidh.


Bevve ciò che restava della strana bevanda e lentamente quel buco nel petto iniziò a chiudersi, lo stesso avvenne ad Aurora, persino Abraham tornò in vita ricomponendosi poco a poco, comparì accanto a sua figlia che in lacrime lo stringeva a sé.

"Ma cosa sta accadendo? Non ci capisco più nulla... Si può sapere cos'è quella roba che ha bevuto Dawidh???" esclamò Max

"Non so come dirtelo, ehm, quel liquido è... succo, come potrei spiegarlo,è... un estratto, insomma è qualcosa......
dell'anticristo...
assumerlo è l'unica maniera per poter fronteggiare Shaitan" rispose Abraham.

Dawidh levitava a pochi centimetri dal pavimento, i suoi occhi erano chiusi ma era in grado di poter vedere e sentire ogni cosa, sulla sua testa volteggiava un cubo nero che irradiò le menti di tutti gli esseri del pianeta; piante, animali, uomini e Dei stavano provando all'unisono le stesse sensazioni come se fossero tutti una sola Coscienza di Sé...

Il demone cercava di scappare, ma era bloccato dal potere del Cubo, Lei provava paura per la prima volta.

Shaitan fu colpita dalla Luce del Cubo e prese fuoco, si contorceva dal dolore, stava impazzendo, come se nella Sua testa fosse entrato tutto il mondo.

E' tutto qui il tuo potere? SAREBBE QUESTO IL POTERE DI DIO??? Urlò Dawidh mentre la teneva per il collo con un solo braccio...

Si udì un tintinnio, simile a piccoli oggetti metallici che si toccano tra di loro.

Una mano, seppur delicata nel tocco ma dall'aspetto robusto si poggiò sulla spalla destra di Dawidh, accanto a lui comparve un signore con una lunga barba intrecciata  e dei capelli che cadevano sulle spalle, bianchi come la spuma del mare... egli era seduto su un caprone con delle enormi corna a spirale.

Il Signore abbozzò un sorriso e disse :

"IO   SONO   DIO"

2 commenti:

  1. Caro spada, il solito pezzo di merda mi ha bannato:
    Non ho scritto né parole offensive né altro.
    Questo è solo un pezzo di merda PD Partito-Democristiano...
    ho solo scritto " se morirò dovro ricominciare a farmi le seghe quando ero bambino, visto che tutte le donne, circa 70 a cranio, se le sono prese tutti i mussulmani.
    Ho chiesto quanto costano a chilo ? "

    Solo questo.

    Abbracci e faffanculo CDC:

    Sai dove scrivermi.



    RispondiElimina
    Risposte
    1. ok Kef, ho capito tutto (:
      alla prossima, passa più spesso da qui XD

      Elimina